sponsored By
FONDAZIONE SIGMA-TAU

cerca su moebiusonline

 
powered by Google


ultime notizie

  • Virgo entra in azione
    L'interferometro VIRGO entra in azione e comincia la sua raccolta dati sulle onde gravitazionali. Qui il servizio sul blog di Moebius, con l'intervista a Federico Ferrini (direttore dello European Gravitation Observatory)
  • Le leggi della Robotica di Asimov
    Giulio Sandini (direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervelo dell'IIT) spiega a Moebius, su Radio24, le tre leggi della robotica di Isaac Asimov
  • Intelligenza Artificiale
    È nato il nuovo programma della redazione di Moebius e Triwù, condotto da Federico Pedrocchi: in onda il sabato alle 14 e la domenica alle 18.50, affronteremo tutte le complesse dinamiche in gioco nella relazione tra uomo e macchina

notizie recenti


 


I servizi e le interviste
di Moebius


Il governo "scientifico" di Obama



E' la prima volta nella storia degli Stati Uniti che alla Casa Bianca si mette a lavorare un governo con molti esperti di cose di scienza. E il governo uscente, quello di George Bush, ha battuto ogni record in fatto di lontananza dalle competenze scientifiche. Merita ricordare che nelle ultime settimane della campagna elettorale tutte le realtà più importanti della ricerca statunitense hanno sottoscritto un manifesto - migliaia le firme di adesione - nel quale molto semplicemente si diceva "per favore mandate alla Casa Bianca qualcuno che sa cos'è la scienza".

Ha senso soffermarsi su questa singolare vicenda storica. Ha senso perché stiamo parlando di un paese che è al vertice della produzione di scienza mondiale. Lo è da svariati decenni. E' un paese che ha prodotto grandi tecnologie innovative, e sappiamo tutti che l'innovazione è il prodotto finale della ricerca scientifica. Il mondo della scienza statunitense, poi, è uno degli ambienti più densamente popolato da gente che proviene da tutto il pianeta, e questo significa che da questo habitat possono provenire suggerimenti e indicazioni preziose per un paese che vuole svolgere un ruolo tanto importante - è così, per gli Stati Uniti - sulla scena planetaria.
Insomma, ne dovrebbe discendere che il luogo più importante del potere politico dovrebbe avere una lunga tradizione di ambiente in cui trovare ciò che di meglio può uscire dal rapporto fra azione politica e cultura scientifica.

Con Barak Obama sembra emergere una svolta.
"Oggi, più che mai, la scienza ha le chiavi per la nostra sopravvivenza su questo pianeta" è una delle dichiarazioni più recenti del nuovo presidente.
Steven Chu, fisico americano di origine cinese, premio Nobel, è stato nominato segretario ai problemi dell'energia. E' questa la notizia che, in merito alle attenzioni di Obama verso la scienza, è maggiormente circolata. Un altro incarico importante è andato a Jane Lubchenco, biologa marina, che dirigerà l'agenzia nazionale NOAA, ovvero l'ente che si occupa dei cambiamenti in atmosfera e negli oceani. Durante l'amministrazione Busk, Jane Lubchenco, una vera autorità in questo campo, aveva aspramente criticato il governo per la sua sottovalutazione dei problemi climatici.

Obama ha anche nominato un suo particolare consigliere scientifico: è John Holdren, fisico a Harward, esperto di problemi energetici, di proliferazione nucleare, e di ambiente in generale.
Anche Eric Lander e Harold Varmus, scienziati di alto livello nel campo biomedico, sono stati cooptati nella squadra di consulenti scientifici.
Un dato che molti osservatori sottolineano è che tutti questi esponenti della ricerca non avrebbero accettato l'incarico se non avessero ricevuto precise garanzie sulla effettiva loro funzione. Niente effetti speciali, insomma, privi di una reale sostanza sul campo.
Un breve passaggio di un discorso di Obama dovrebbe dare garanzie in questa direzione: "dobbiamo ascoltare cosa ha da dire la scienza, soprattutto quando non è piacevole farlo".
E un'altra affermazione del nuovo presidente sembra dimostrare che la sua comprensione di come funziona la ricerca è di gran lunga superiore a quella del suo predecessore - e di molti altri presidenti: "raddoppieremo i fondi alla ricerca di base", ha detto Obama, nell'arco dei prossimi dieci anni.

E qui, certo, una considerazione finale non può essere tralasciata. Molti politici - diciamocelo: nel nostro paese sono tantissimi, per esempio - pensano che la ricerca di base sia quella attività un po' poetica che è carino abbia un suo spazio, ma quella che conta è la ricerca tecnologica, quella che si può subito applicare. Potremmo dire che affermazioni di questo genere, tradotte in un contesto calcistico, sono tanto intelligenti quanto lo sarebbe affermare che ciò che conta è giocare la partita di campionato: inutile perdere tempo negli allenamenti.
Questo per dire che si può essere indubbiamente felici di questa svolta alla Casa Bianca. Tuttavia, insomma, era un cambiamento banale.

(23 gennaio 2009)

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""