sponsored By
FONDAZIONE SIGMA-TAU

cerca su moebiusonline

 
powered by Google


ultime notizie

  • Virgo entra in azione
    L'interferometro VIRGO entra in azione e comincia la sua raccolta dati sulle onde gravitazionali. Qui il servizio sul blog di Moebius, con l'intervista a Federico Ferrini (direttore dello European Gravitation Observatory)
  • Le leggi della Robotica di Asimov
    Giulio Sandini (direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervelo dell'IIT) spiega a Moebius, su Radio24, le tre leggi della robotica di Isaac Asimov
  • Intelligenza Artificiale
    È nato il nuovo programma della redazione di Moebius e Triwù, condotto da Federico Pedrocchi: in onda il sabato alle 14 e la domenica alle 18.50, affronteremo tutte le complesse dinamiche in gioco nella relazione tra uomo e macchina

notizie recenti


 


I servizi e le interviste
di Moebius


L'astrofisica crea problemi a Usain Bolt?



Lo ricordiamo tutti, probabilmente, Usain Bolt, il centometrista giamaicano che alle Olimpiadi di Pechino si è fatto gli ultimi 20 metri della finale guardando verso gli spalti, in assoluta scioltezza, chiamando il pubblico ad applaudirlo, e con le braccia lungo i fianchi, posizione quanto mai lontana dalle consuete necessità ginniche del rush finale di una simile gara.
Conclusione: tutti hanno capito che Bolt può andare decisamente più veloce, il che ha immediatamente portato a interrogarsi sul perché il giamaicano non abbia dato il massimo. La risposta sta scritta in un contratto, quello che Bolt ha con i suoi sponsor, e che prevede una cifra significativa erogata ad ogni nuovo record satbilito. Lui ha nelle gambe una buona scorta di decimi di secondo da utilizzare, e lo sa bene. Perché sprecarli tutti? Avremmo fatto tutti la stessa cosa, diciamocelo.

Accade, tuttavia, che l'Istituto di Astrofisica Teorica dell'Università di Oslo, e in particolare un gruppo di ricercatori guidati da Hans Eriksen, abbia forse creato qualche piccolo problema a Bolt. Con una serie di calcoli e simulazioni al computer, utilizzando procedure solitamente impiegate per studiare oggetti dell'universo, il gruppo di astrofisici, analizzando il filmato della corsa, ha ricavato che Bolt avrebbe potuto fermare i cronometri a 9 secondi e 55, ben al di sotto, quindi, dei 9 secondi e 69 della finale, che comunque ha segnato il nuovo record mondiale. L'analisi del filmato ha anche dimostrato che nella fase finale l'altleta ha rallentato la sua corsa.
Scientificamente dimostrato, allora, che Bolt ha contenuto la sua prestazione. Si faranno vivi gli sponsor, per chiedergli di non tergiversare? Probabilmente no, perché i continui record del giamaicano daranno più immagine alla sponsorizzazione.

(26 ottobre 2008)

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""