sponsored By
FONDAZIONE SIGMA-TAU

cerca su moebiusonline

 
powered by Google


ultime notizie

  • Ventimila leghe sotto i mari
    Alessandro Isidoro Re ha intervistato Tiziana Sgroi, oceanografa e ricercatrice dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia: sul blog di Moebius il servizio che mostra il nuovo progetto Seismofaults
  • Le leggi della Robotica di Asimov
    Giulio Sandini (direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervelo dell'IIT) spiega a Moebius, su Radio24, le tre leggi della robotica di Isaac Asimov
  • Aiuto: le zanzare!
    Sono una vera e propria ossessione estiva. L'entomologo dell'Università di Udine Renato Zamburlini racconta storia ed "ethos" di questo fastidioso animale. E spiega finalmente se è vero che esistono persone geneticamente predisposte alle loro punture

notizie recenti


 


I servizi e le interviste
di Moebius


Spore, giochiamo con l'evoluzione


 
   
 

In vendita da oggi il videogame Spore!

Con una classica voce roboante e suggestiva, da trailer cinematografico si può trovare in rete il lancio di un nuovo videogioco, Spore (vedi sopra).
Atteso da mesi, Spore non si gioca sulle Playstation di ultima generazione ma su computer e portatili come iPhone. Forte l’interazione con la rete, e c’è una ragione precisa. Prima però diciamo di che si tratta. Il gioco inizia portandovi qualche miliardo di anni fa, sulla Terra, quando le primissime forme di vita, batteriche, fecero il loro apparire. E qui chi gioca deve scegliere un proprio organismo, primitivo, essenziale, ma il più possibile efficiente. Lo sceglie e si butta nel minestrone della Terra calda e paludosa delle origini. Il gioco si alimenta di nuove creature e ambienti scaricabili da Internet e creati dai partecipanti al gioco stesso che, in rete, appunto, metteranno le proprie creature. Chissà quante forme diverse verranno fuori – saranno svariate migliaia di utenti del videogioco, sparsi sul pianeta. Qui troviamo una forte analogia fra la rete che consente le scelte più diverse e creative, e ciò che avvenne, ci dicono le attuali teorie sull’origine della vita sulla Terra, quando le prime forme di vita furono decina di migliaia di piccoli organismi diversi.
L’obiettivo sarà cavarsela in quel brodo vitale, mutare, evolversi insomma, e diventare organismi più complessi con occhi, zampe, pelo, passando anche da dimensioni ragguardevoli, le decine di tonnellate dei sauri, come sappiamo.
Attenzione, però: il nome, Spore, rimanda a una teoria che sta guadagnando spazio nella interpretazione di come la vita si sviluppa nell’universo. Su un pianeta, infatti, si pensa che la vita possa arrivare – sempre in forma di microrganismi – con meteoriti che cadono sulla sua superficie, provenendo da altri pianeti.
Il nome del gioco, quindi, vuole significare che la partita non si gioca solo su un pianeta. I più bravi, o i più fortunati, potranno evolvere fino ad appartenere a specie molto più evolute della nostra e quindi in grado di abbandonare la Terra per trasferirsi su altri pianeti.


Qui vi diamo solo le notizie di base su Spore. Trovate molto di più in rete, sul sito ufficiale – e Wikipedia offre già una descrizione molto dettagliata del prodotto che, lo segnaliamo per gli utenti più robusti, diciamo così, di videogame, è l’ultima creazione di quel mago in questo campo che risponde al nome di Will Wright, l’auto di Sim City e The Sims.

(5 settembre 2008)

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""