sponsored By
FONDAZIONE SIGMA-TAU

cerca su moebiusonline

 
powered by Google


ultime notizie

  • Virgo entra in azione
    L'interferometro VIRGO entra in azione e comincia la sua raccolta dati sulle onde gravitazionali. Qui il servizio sul blog di Moebius, con l'intervista a Federico Ferrini (direttore dello European Gravitation Observatory)
  • Le leggi della Robotica di Asimov
    Giulio Sandini (direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervelo dell'IIT) spiega a Moebius, su Radio24, le tre leggi della robotica di Isaac Asimov
  • Intelligenza Artificiale
    È nato il nuovo programma della redazione di Moebius e Triwù, condotto da Federico Pedrocchi: in onda il sabato alle 14 e la domenica alle 18.50, affronteremo tutte le complesse dinamiche in gioco nella relazione tra uomo e macchina

notizie recenti


 


I servizi e le interviste
di Moebius


Come suona l'aurora boreale?


 
   
 

Ascoltate questi suoni!

Provengono dallo spazio che sta sopra di noi, lontano dalla superficie terrestre ma non fuori dal nostri pianeta. Anche in questo momento, mentre voi state ascoltando della musica o ricevete il segnale Internet via wireless, questi suoni sono generati, lassù. Essi ci comunicano la presenza costante del flusso di particelle, uno sciame immenso che proviene dal Sole e che incontra gli strati alti dell'atmosfera, la ionosfera, più esattamente. E sulla ionosfera il flusso rimbalza, se così non fosse raggiungerebbe il suolo con effetti poco gradevoli per la vita sul nostro pianeta. L'aurora boreale, quel fenomeno che si coglie nelle regioni più vicine ai poli, quando nel cielo appaiono quelle fantastiche strisce di luce, gialle, rosse, bianche, l'aurora boreale è l'effetto ottico dello sciame di particelle che rimbalza sulla ionosfera. L'effetto sonoro è invece prodotto da apparecchiature che registrano il campo elettromagnetico generato dal fenomeno,. L'intensità di questi segnali è altissima. Circa 10 mila volte quella del più potente radar militare oggi in funzione. Sulla Terra, verso il suolo cioè, questa intensità va scemando. Se così non fosse voi non sentireste nessuna trasmissione radio, e nemmeno televisiva; nessun cellulare funzionerebbe. Internet via wireless nemmeno, qualcosa di meglio si potrebbe ottenere con collegamenti via cavo. In breve: gran parte delle modalità di comunicazione che stiamo usando da decenni sarebbero annullate. Qualcosa del genere accade, raramente, quando il flusso di particelle proveniente dal Sole raggiunge livelli particolarmente elevati. Verso i poli non si comunica, in altre parti del pianeta ci sono problemi. Ma tutto, in linea di massima, ritorna normale nell'arco di ore. Una sezione di ricerca dell'ESA, l'Ente spaziale europeo, ha raccolto i suoni che state ascoltando. Lo ha fatto con una accuratezza superiore a quella finora disponibile, e sta anche analizzando come si comporta l'aurora, perché il campo generato non è sempre uguale e le sue variazioni sono in parte connesse alle dimensioni del pianeta e alla sua velocità di rotazione intorno al proprio asse. Ma il dato più interessante è che si può guardare verso lo spazio e cercare questi suoni puntando verso stelle lontane. Se intorno ad esse ci sono dei pianeti con atmosfere, e quindi buoni candidati per eventuali forme di vita, bene, da loro, da questi pianeti, dovrebbero arrivarci i suoni che già cogliamo intorno alla Terra. Potremmo dire che queste sonorità, che in certi momenti possono ricordare quelli di piccoli degli uccelli, quando sono ancora nel nido, od anche quello delle rondini, qualcuno dirà giustamente, uccelli un po' meccanici, robotici, e se pensiamo alla rondini ci immaginiamo che siano migliaia in cielo, bene, sono una possibile traccia di vita nell'Universo. Ma se sono rimasti solo robot, allora dell'atmosfera potrebbero anche farne a meno, e i suoni potrebbero davvero essere solo quelli delle rondini meccaniche.

Ascolta l'audio della notizia

(7 luglio 2008)

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
news/070921_astronomix.shtml">Al via Astronomix!
Nel 2007 gli astrofili italiani hanno compiuto 40 anni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""