sponsored By
FONDAZIONE SIGMA-TAU

cerca su moebiusonline

 
powered by Google


ultime notizie

  • Virgo entra in azione
    L'interferometro VIRGO entra in azione e comincia la sua raccolta dati sulle onde gravitazionali. Qui il servizio sul blog di Moebius, con l'intervista a Federico Ferrini (direttore dello European Gravitation Observatory)
  • Le leggi della Robotica di Asimov
    Giulio Sandini (direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervelo dell'IIT) spiega a Moebius, su Radio24, le tre leggi della robotica di Isaac Asimov
  • Intelligenza Artificiale
    È nato il nuovo programma della redazione di Moebius e Triwù, condotto da Federico Pedrocchi: in onda il sabato alle 14 e la domenica alle 18.50, affronteremo tutte le complesse dinamiche in gioco nella relazione tra uomo e macchina

notizie recenti


 


I servizi e le interviste
di Moebius


Notizie con le ali


 
   
 

E' appena terminato, a Parigi, un grande convegno internazionale, un convegno di ricerca, interamente dedicato alle voci degli animali. Fra le tante ricerche presentate, una ha suscitato particolare interesse. Viene dall'Università di Leiden e quindi siamo in Olanda. Hans Slabbekoorn, questo il nome del ricercatore, ha studiato canti degli uccelli che si trovano in aree a forte insediamento umano.

In città, insomma, e in particolare ha piazzato le sue apparecchiature di rilevamento nelle vicinanze di una tangenziale. Agli uccellini metropolitani - fringuelli, passeri, per esempio - bastano ormai un po' di alberi e si accontentano. Sono animali stanziali, che vivono in aree limitate di territorio. Però, naturalmente, non hanno proprio cambiato le abitudini al punto di presentarsi presso la famiglia della ragazza per chiedere ufficialmente, ai genitori, il fidanzamento con la figlia. Vivono in città ma per le loro storie d'amore usano sempre i cinguettii come sistema di comunicazione. Ecco allora che il Phylloscopus collybita (nella foto in alto), ovvero il Luì piccolo, che è una specie di passeroide, cambia la frequenza del suo canto, la sposta verso l'alto, quando il rumore generato dal traffico stradale tende ad avvicinarsi al suo canto normale, canto normale che poi viene mantenuto quando il traffico è meno invasivo. E un altro modo per mantenere l'efficienza è ripetere le cose, ovvero cinguettare più volte. Qualcosa arriverà, insomma, se il concetto viene ribadito.

La tecnica è di cruciale importanza perché altrimenti il territorio dovrebbe essere abbandonato e questa non è cosa banale per delle specie stanziali. Qualcuno potrebbe spostarsi, molti no, la città perderebbe delle presenze animali importanti - già ne ha pochissime - e soprattutto molte specie potrebbero decrescere pericolosamente nel numero di esemplari. Invece, e questa è un'altra scoperta ottenuta da un gruppo molto ampio e transnazionale di ricercatori e ricercatrici, qualcosa di molto importante sta emergendo nella conoscenza dell'evoluzione degli uccelli.

E' bene sapere, innanzitutto, che questi animali si ritiene abbiano avuto una rapida differenziazione iniziale, ovvero fin dalle prime apparizioni nella storia della vita sul pianeta, gli uccelli si sono divisi in rami filogenetici ben distinti, il che vuol dire che gli incroci sono fortemente limitati. Però si deve anche aggiungere che le analisi sul DNA degli uccelli sono ancora largamente insufficienti. C'è la necessità di una mappa genetica accurata che, come oggi sappiamo, è il vero libretto di istruzioni per capire le relazioni interne ad un genere animale. Bene, il gruppo di ricerca del cui lavoro stiamo parlando ha selezionato il DNA di 169 specie, raccogliendolo in 19 luoghi geografici diversi.

I primi dati che escono dalle analisi sono alquanto sorprendenti. Ci sono uccelli diurni che discendono da antenati notturni, e queste differenze dovrebbero essere delle specie di barriere (pensate a quelle coppie, di umani, in cui lui fa la guardia notturna e lei gestisce un'edicola). Ma c'è di più: sono molti gli uccelli che sanno volare e che hanno evidenti e forti tratti genetici in comune con specie come gli struzzi e i kiwi (vi ricordo che sono uccelli, i kiwi, altrimenti la relazione sarebbe effettivamente un risultato esplosivo, dal punto di vista scientifico). Bene, pare che da queste ricerche si dovrà iniziare una revisione attenta di tutto il mondo volatile.

(4 luglio 2008)

 

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""