sponsored By
FONDAZIONE SIGMA-TAU

cerca su moebiusonline

 
powered by Google


ultime notizie

  • Virgo entra in azione
    L'interferometro VIRGO entra in azione e comincia la sua raccolta dati sulle onde gravitazionali. Qui il servizio sul blog di Moebius, con l'intervista a Federico Ferrini (direttore dello European Gravitation Observatory)
  • Le leggi della Robotica di Asimov
    Giulio Sandini (direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervelo dell'IIT) spiega a Moebius, su Radio24, le tre leggi della robotica di Isaac Asimov
  • Intelligenza Artificiale
    È nato il nuovo programma della redazione di Moebius e Triwù, condotto da Federico Pedrocchi: in onda il sabato alle 14 e la domenica alle 18.50, affronteremo tutte le complesse dinamiche in gioco nella relazione tra uomo e macchina

notizie recenti


 


I servizi e le interviste
di Moebius


Dalla parte delle balene


 
   
 

Moebius vi porta nell'oceano per informarvi sullo scandalo della caccia alle balene. Sulla base delle attività promosse dall'associazione Greenpeace, ecco una carrellata relativa alla tutt'altro che serena vita delle balene.
Si scende ancora in campo contro il Giappone che, imperterrito, continua a cacciare le balene a scopo di ricerca scientifica.

Lo scorso 8 gennaio la nave di Greenpeace "Esperanza" è partita per andare ad intercettare la flotta di baleniere giapponesi nell'Oceano Antartico.
La flotta baleniera giapponese intendeva uccidere 935 balenottere minori e 50 balenottere comuni. L'Esperanza si propone di contrastare con metodi non violenti questa strage spacciata come ricerca scientifica, dimostrando che la ricerca scientifica sulle balene non necessita dell'uccisione delle stesse. Nel corso del viaggio, la nave di Greenpeace è stata circondata da circa 50 megattere; l'equipaggio scientifico a bordo dell'Esperanza ne ha approfittato per studiare gli esemplari e per registrarne la "voce". Alessandro Giannì, responsabile della Campagna Mare di Greenpeace Italia, a tal proposito ha dichiarato: "I risultati raccolti dai ricercatori sull'Esperanza, dimostrano che la ricerca scientifica non letale sulle balene non solo è possibile, ma fornisce dati molto migliori della caccia a scopi scientifici millantata dal Ministero della Pesca del Giappone che da quasi vent'anni uccide balene senza raccogliere alcun dato utile su questi animali".
Il gruppo della Campagna Mare di Greenpeace sta infatti collaborando con vari scienziati al progetto Great Whale Trailing per raccogliere dati sugli spostamenti delle megattere anche con marcatura satellitare, prelevando frammenti di pelle per analisi genetiche. Inoltre, l'associazione sta collaborando con l'International Fund For Animal Welfare (IFAW) realizzando una banca dati per la foto-identificazione delle balene e una raccolta con la registrandone la voce.

Dopo dieci giorni di ricerca nelle acque antartiche, l'Esperanza ha trovato la flotta baleniera giapponese all'interno del Santuario delle balene dell'Oceano Antartico. La nave di Greenpeace si è occupata di mantenere la nave macelleria Nisshin Maru lontana dagli arpionatori della flotta di balenieri. Senza la nave macelleria, infatti, la caccia alle balene si blocca poiché le balene uccise dagli arpionatori devono essere rapidamente passate alla Nisshin Maru dove vengono macellate, inscatolate e stivate nei frigoriferi. Inoltre, la Nisshin Maru funge da nave appoggio e senza di essa gli arpionatori hanno una ridotta operatività.

Dopo un inseguimento per mare durato 24 ore, la mattina dello scorso 14 gennaio la nave di Greenpeace "Esperanza" ha cacciato la flotta baleniera giapponese dalle aree di caccia dell'Oceano Antartico. Scovata la flotta al margine dei ghiacci antartici, l'Esperanza ha inseguito la nave macelleria Nisshin Maru fin oltre il 60° grado di latitudine, il limite della zona di caccia alle balene. A sua volta, l'Esperanza era seguita dall'arpionatore giapponese Yushin Maru.
Greenpeace sospettava che la flotta baleniera stesse pianificando di avvicinarsi alla nave cisterna con bandiera panamense "Oriental Bluebird" per rifornirsi di carburante e scaricare la carne di balena probabilmente già immagazzinata.
A tal proposito Alessandro Giannì ha dichiarato: "Stanno rifornendo una nave che non è benvenuta in Antartide e scaricando carne che nessuno vuol mangiare in Giappone. Abbiamo già visto in passato l'Oriental Bluebird rifornire la Nisshin Maru e il resto della flotta. E' un'attività pericolosa che mette a rischio un ambiente incontaminato come l'Antartide. Inoltre, la nave cisterna non è nemmeno ufficialmente registrata come parte della flotta baleniera e, pertanto, non dovrebbe essere lì".
Già lo scorso anno a bordo della Nisshin Maru divampò un incendio mentre questa era in prossimità dell'Oriental Bluebird. L'incidente che causò una vittima tra l'equipaggio della nave giapponese e mise a rischio - per la possibile perdita di idrocarburi - le acque e le coste antartiche

In data 18 gennaio 2008 viene pubblicato su uno dei maggiori quotidiani del Giappone, Asahi Shimbun, un articolo che mette in dubbio la validità del programma di caccia baleniera. Il quesito sollevato dalla stampa è "Perché il Governo del Giappone insiste con la caccia baleniera?". Oltre allo spreco di danaro pubblico, l'articolo riferisce della dubbia validità scientifica del programma e della scarsissima convenienza economica di questa caccia, da cui si sono ormai dissociate tutte le imprese private.
Il cosiddetto Istituto di Ricerca sui Cetacei (ICR), che il Governo del Giappone spaccia come agenzia di ricerca indipendente, risulta infatti essere pieno di ex dipendenti del Ministero della Pesca del Giappone.

continua


 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""