sponsored By
FONDAZIONE SIGMA-TAU

cerca su moebiusonline

 
powered by Google


ultime notizie

  • Virgo entra in azione
    L'interferometro VIRGO entra in azione e comincia la sua raccolta dati sulle onde gravitazionali. Qui il servizio sul blog di Moebius, con l'intervista a Federico Ferrini (direttore dello European Gravitation Observatory)
  • Le leggi della Robotica di Asimov
    Giulio Sandini (direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervelo dell'IIT) spiega a Moebius, su Radio24, le tre leggi della robotica di Isaac Asimov
  • Intelligenza Artificiale
    È nato il nuovo programma della redazione di Moebius e Triwù, condotto da Federico Pedrocchi: in onda il sabato alle 14 e la domenica alle 18.50, affronteremo tutte le complesse dinamiche in gioco nella relazione tra uomo e macchina

notizie recenti


 


I servizi e le interviste
di Moebius


Forse individuata l'origine dei raggi cosmici


 
   
 

 

Uno studio pubblicato su Science svela il mistero dei raggi cosmici ad alta energi, la radiazione che proviene dallo spazio e investe l'atmosfera terrestre, generando nell'impatto sciami di particelle che raggiungono il suolo, distribuendosi su aree di diversi chilometri quadrati.

Qui, in una pagina del sito dei laboratori del Gran Sasso, trovate una spiegazione di cosa siano i raggi cosmici.

C'è anche una animazione, curata dall'INFN, l'Istituto Nazionale per la Fisica Nucleare, che può essere utile per capire il tutto. Potete vederla o scaricarla dal nostro sito.

Nell'immagine qui sopra vedete uno dei tanti rivelatori di raggi cosmici, sparsi in una zona ampia e di pianura, presidiata dall'osservatorio Auger, in Argentina, dove si è raggiunta la scoperta. Se cliccate sull'immagine, ne avrete un ingrandimento.

Secondo le osservazioni effettuate dall'osservatorio, queste radiazioni provengono dal centro di galassie con nuclei attivi, e sono generate da giganteschi buchi neri. A scagliare nello spazio le particelle (per lo più protoni) sarebbe il campo magnetico generato dalla rotazione di questi buchi neri, distanti 200-300 milioni di anni luce da noi. Grazie a questa "spinta", le particelle giungono sulla Terra con un'energia che è più di 10 milioni di volte maggiore rispetto a quella raggiungibile con i più potenti acceleratori di particelle. "Scoperte come questa potrebbero segnare l'inizio di una nuova astronomia - commenta il professor Roberto Petronzio, presidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) - Oggi, ci danno la possibilità di comprendere meglio l'origine di eventi catastrofici come quelli che danno vita ai buchi neri all'interno dei nuclei delle galassie".

Lo studio è stato condotto da un gruppo internazionale di ricercatori di 17 nazioni, del quale fanno parte anche molti italiani dell'Infn. Con i suoi circa 1600 rivelatori di superficie (che coprono un'area di 3000 chilometri quadrati) e i 24 telescopi a fluorescenza, l'osservatorio Pierre Auger è il più importante per lo studio dei raggi cosmici.

(9 novembre 2007)

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
news/070921_astronomix.shtml">Al via Astronomix!
Nel 2007 gli astrofili italiani hanno compiuto 40 anni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""