I servizi e le interviste
di Moebius


Staminali per le cure compassionevoli?


 
   
 

a cura di Federico Pedrocchi e Alberto Agliotti

 

La scelta di una terapia deve sempre basarsi sull'evidenza scientifica. La posizione dei firmatari della lettera aperta al ministro della Salute sul caso Stamina è molto chiara. Tredici ricercatori, che hanno guadagnato anche l'attenzione di Nature, esprimono tutto il loro dissenso di fronte al decreto del 25 marzo 2013 che autorizza il proseguimento della terapia con cellule staminali per i pazienti già in cura. I fatti sono noti: tribunali diversi si sono espressi con giudizi opposti sull'opportunità di continuare la discussa terapia a base di staminali dell'azienda privata Stamina. Alcuni pazienti si sono visti così negare la terapia, mentre altri hanno potuto continuarla. Il governo, cedendo forse alla sollevazione emotiva alimentata da alcuni media, ha voluto evitare questa discriminazione.

"Così la discriminazione si sposta solo un po' più in là: adesso ci sono pazienti che vorrebbero iniziare la cura, ma ne sono esclusi" spiega Amedeo Santosuosso, giurista esperto di diritto e nuove tecnologie, uno dei firmatari. "Ma il problema principale è che questa terapia non ha una base scientifica. Le ispezioni dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) hanno evidenziato procedure approssimative e l'uso di un preparato non del tutto identificabile".

In caso di malattie incurabili la legge prevede l'adozione delle cosiddette cure compassionevoli, terapie ancora sperimentali che devono però seguire precisi protocolli e di cui vanno provati i benefici e l'assenza di effetti collaterali. Senza evidenza scientifica, gli effetti collaterali non si possono escludere.

"Non si può prescindere dalla sicurezza del paziente" dice ai nostri microfoni Camillo Ricordi, direttore del Centro trapianti cellulari dell'Università di Miami e fondatore di Cure Alliance, organizzazione che lavora per rimuovere gli impedimenti allo sviluppo di nuove cure. "Nei casi disperati si possono accettare anche rischi superiori, ma questo non vuol dire agire in modo indiscriminato, evitando controlli di qualità e obbligo di documentazione. Le terapie con staminali offriranno enormi opportunità. Si potranno rigenerare organi o sostituire funzioni mancanti, sarà una rivoluzione biotecnologica. Siamo però in un campo di frontiera e bisogna mantenere un grande senso di responsabilità."

 

Ascolta l'intervista a Amedeo Santosuosso e Camillo Ricordi.

Scarica il file audio in mp3

 

3.04.2013

 

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS