I servizi e le interviste
di Moebius


Canali artificiali


 
   
 

a cura di Federico Pedrocchi, Chiara Albicocco e Alberto Agliotti

Domanda di Augusto

Come facevano anticamente a studiare la pendenza del terreno per costruire i canali artificiali?.

Risponde Roberto Guercio, del Dipartimento di Idraulica e Trasporti dell'Università La Sapienza di Roma.

Perché l'acqua scorra spontaneamente in un canale basta una piccola inclinazione del terreno. È sufficiente un dislivello di un metro ogni dieci chilometri. Naturalmente la sorgente dell'acqua – la presa del canale – deve trovarsi più in alto della zona che il canale deve servire, ma per esserne certi bastano le conoscenze che si hanno del territorio: si sceglie una sorgente in altura, oppure si preleva l'acqua da un fiume in un certo punto e la si riversa nello stesso fiume più a valle.
Il problema costruttivo è assicurare lungo tutto il percorso la pendenza minima necessaria. Per farlo non serve conoscere l'altitudine di ogni punto: è sufficiente confrontare due punti successivi e verificarne il dislivello. Già gli antichi Romani avevano strumenti adatti allo scopo. Filo a piombo e squadro agrimensore, per esempio, oppure il corobate, una tavola rigida lunga circa sei metri con due traverse perpendicolari alle estremità, corredata di fili a piombo e di una scanalatura piena d'acqua sulla superficie, per garantire la disposizione orizzontale.

Il principio è lo stesso con cui a scuola si usano riga e squadra per tracciare due linee perpendicolari. Stabilito un punto di partenza, il filo a piombo indica la verticale sulla quale allineare lo squadro o il corobate, che a loro volta permettono di individuare una linea perfettamente orizzontale. La distanza tra questa linea e il terreno indica l'andamento del dislivello per un certo tratto. La procedura viene ripetuta per il tratto successivo e così via, fino a tracciare il percorso completo.
Il sistema è un po' approssimativo e non mancavano gli errori, e comunque nel tempo il terreno è soggetto a cedimenti e deformazioni. Ma anche se la pendenza corretta non è sempre rispettata e il fondo non è regolare, il canale funziona lo stesso. Se la portata è adeguata, infatti, la superficie dell'acqua rimane comunque in pendenza e l'acqua scorre senza difficoltà.

Ascolta l'intervista a Roberto Guercio

Scarica il file audio in mp3

Torna alle domande

25.09.2012

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS