sponsored By
FONDAZIONE SIGMA-TAU

cerca su moebiusonline

 
powered by Google


ultime notizie

  • Ventimila leghe sotto i mari
    Alessandro Isidoro Re ha intervistato Tiziana Sgroi, oceanografa e ricercatrice dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia: sul blog di Moebius il servizio che mostra il nuovo progetto Seismofaults
  • Le leggi della Robotica di Asimov
    Giulio Sandini (direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervelo dell'IIT) spiega a Moebius, su Radio24, le tre leggi della robotica di Isaac Asimov
  • Aiuto: le zanzare!
    Sono una vera e propria ossessione estiva. L'entomologo dell'Università di Udine Renato Zamburlini racconta storia ed "ethos" di questo fastidioso animale. E spiega finalmente se è vero che esistono persone geneticamente predisposte alle loro punture

notizie recenti


 


I servizi e le interviste
di Moebius


Tutto sotto controllo (automatico)


 
   
 

a cura di Federico Pedrocchi e Alberto Agliotti

Quando sentiamo parlare di speleologia riusciamo subito a immaginarci uomini con tuta ed elmetto che si calano nelle profondità del terreno, eppure non tutti siamo circondati da caverne e speleologi. Quando invece si parla di controllo automatico, pochi sanno cosa sia, mentre i sistemi che ne fanno uso sono innumerevoli e i più disparati, dall'ascensore all'ABS delle automobili.
Il controllo automatico è una scienza e sono decine di migliaia i ricercatori e le ricercatrici che la studiano. Alcuni di questi, circa 2800, si sono riuniti a Milano nel settembre scorso per il 18° congresso mondiale della Federazione Internazionale. Noi ci siamo andati e abbiamo incontrato alcuni dei protagonisti.
Cominciamo con Sergio Savaresi - direttore del centro Move del Politecnico di Milano, dove si studiano controlli automatici per i veicoli - che ci parla proprio di ABS.


L'ABS quindi ci rende tutti grandi piloti. Ma cosa accadrebbe se avessimo l'auto priva di ABS e con le ruote bloccate? Ce lo spiega ancora Sergio Savaresi.


Qualunque dispositivo - elettronico, meccanico, ma anche software - che interagisce con l'ambiente circostante, lanciando e ricevendo segnali, e sulla base di questi agisce per raggiungere un certo obiettivo, usa i principi del controllo automatico. Il pilota automatico di un aereo, per esempio, ma anche il semplicissimo termostato di uno scaldabagno.
Parliamo con Alberto Isidori, che è stato negli ultimi tre anni presidente della Federazione internazionale e che insegna alla Sapienza di Roma.


Ma, al di là delle innumerevoli applicazioni, esiste un approccio unificante che sta al centro del controllo automatico? Risponde Sergio Bittanti, docente al Politecnico di Milano e direttore organizzativo del congresso.


Il controllo automatico consiste essenzialmente nell'avere un marchingegno che esegue un'azione, ne esamina l'esito e vede se c'è qualcosa da correggere. Prova e riprova, insomma. In gergo tecnico si chiama retroazione, feedback in inglese. Anche noi lo facciamo: sotto la doccia, se l'acqua è troppo fredda ruotiamo la manopola verso quella calda. Se la correzione è eccessiva giriamo al contrario e così via, finché la temperatura è giusta.
Sentiamo ancora Alberto Isidori.


Sergio Savarese ci parla poi di una bicicletta elettrica che si carica in movimento. Il controllo automatico della bici decide quando sfruttare la batteria fornendo energia e aiutando la pedalata e quando invece ricaricarla. La scelta è fatta misurando l'efficienza della pedalata.


Sentiamo infine Laura Celentano, dell'Università Federico II di Napoli, che ci spiega perché i bracci robotici, quelli che aiutano l'uomo in operazioni altrimenti impossibili, dalla movimentazione nei cantieri alle sale operatorie, necessitano di controllo per compensare la loro flessibilità. Questi robot che, con grandissima abilità, spostano in mille modi le loro braccia, hanno sempre a disposizione un meccanismo che "vede" dove stanno posizionando le dita. È la stessa cosa che facciamo noi quando guardiamo dove mettiamo le mani, soprattutto da neonati, quando dobbiamo imparare come afferrare le cose.

21.09.2011

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS