sponsored By
FONDAZIONE SIGMA-TAU

cerca su moebiusonline

 
powered by Google


ultime notizie

  • Ventimila leghe sotto i mari
    Alessandro Isidoro Re ha intervistato Tiziana Sgroi, oceanografa e ricercatrice dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia: sul blog di Moebius il servizio che mostra il nuovo progetto Seismofaults
  • Le leggi della Robotica di Asimov
    Giulio Sandini (direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervelo dell'IIT) spiega a Moebius, su Radio24, le tre leggi della robotica di Isaac Asimov
  • Aiuto: le zanzare!
    Sono una vera e propria ossessione estiva. L'entomologo dell'Università di Udine Renato Zamburlini racconta storia ed "ethos" di questo fastidioso animale. E spiega finalmente se è vero che esistono persone geneticamente predisposte alle loro punture

notizie recenti


 


I servizi e le interviste
di Moebius


Chimica quotidiana


 
   
 

a cura di Chiara Albicocco, Federico Pedrocchi e Andrea Sacchi

"Chimica quotidiana, ventiquattro ore nella vita di un uomo qualunque" è il titolo dell'ultimo libro di Silvano Fuso, docente di chimica e membro del CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze). Nel corso del testo si ripercorre una giornata tipo di un qualsiasi lavoratore, ponendo sotto la lente d'ingrandimento tutti i fenomeni che riguardano il mondo della chimica.

Ascolta l'intervista a Silvano Fuso!

Scarica il file audio in mp3

Prima di addentrarsi nella presentazione del suo libro, Fuso fa alcune considerazioni sul Premio Nobel 2014 per la chimica, appena conferito a Eric Betzig, Stefan Hell e William Moerner per "la creazione di microscopi a fluorescenza a super risoluzione".
I microscopi ottici tradizionali, basati sulla luce visibile, hanno fondamentalmente un limite fisico, legato alla natura ondulatoria della luce, che impone una risoluzione massima non superiore a 0,2 µm (micrometri). I microscopi a fluorescenza, invece, permettono di raggiungere risoluzioni maggiori, passando così dalla scala micrometrica e quella nanometrica. A onor del vero, ingrandimenti così spinti erano possibili anche prima, grazie alla microscopia elettronica, ma questa tecnologia non può essere applicata in vivo (a differenza di quella a fluorescenza), perché i tessuti da sottoporre al microscopio elettronico vanno congelati o preparati con trattamenti specifici a base di metalli.

Tornando al libro invece, Fuso ci spiega che il suo racconto evidenzia come la chimica intervenga costantemente nelle nostre vite. A partire dalla sveglia, per esempio, il cui display è formato da cristalli liquidi, un particolare materiale a metà tra i cristalli tradizionali e i fluidi.

Proseguendo con la giornata, arrivati in ufficio siamo sommersi dalla carta. Anche la carta stessa è ottenuta da processi chimici finalizzati a estrarre e isolare la cellulosa dalle materie prime. E dove non c'è la carta, ci sono computer e monitor: anche questi strumenti hanno moltissimi componenti di origine chimica.

Arrivando al capitolo dedicato alla pausa pranzo, Fuso ci fa notare come tutti gli alimenti abbiano una base chimica. Per esempio, quando ci prepariamo una bistecca ai ferri, avviene una reazione (detta 'di Maillard') che è la principale responsabile della crosticina superficiale e del gusto tipico della carne arrostita. La stessa reazione è anche la causa primaria della formazione della crosta del pane, della doratura nel soffritto di cipolla, della croccantezza dei cibi fritti, e altro ancora. Oppure il limone sul pesce: l'odore pungente dovuto alla trimetilammina, una molecola basica, viene facilmente neutralizzato dal succo di limone, che è acido.

La chimica continua anche sotto le lenzuola: dai farmaci contraccettivi a quelli contro la disfunzione erettile. Nella pillola contraccettiva ci sono ormoni estrogeni e progestinici, frutto di ricerche nel campo della chimica. Anche farmaci come il Viagra sono stati sintetizzati grazie al contributo di chimici, che hanno isolato particolari molecole responsabili dei meccanismi fisiologici dell'erezione.

16.10.2014

 

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS