sponsored By
FONDAZIONE SIGMA-TAU

cerca su moebiusonline

 
powered by Google


ultime notizie

  • Virgo entra in azione
    L'interferometro VIRGO entra in azione e comincia la sua raccolta dati sulle onde gravitazionali. Qui il servizio sul blog di Moebius, con l'intervista a Federico Ferrini (direttore dello European Gravitation Observatory)
  • Le leggi della Robotica di Asimov
    Giulio Sandini (direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervelo dell'IIT) spiega a Moebius, su Radio24, le tre leggi della robotica di Isaac Asimov
  • Intelligenza Artificiale
    È nato il nuovo programma della redazione di Moebius e Triwù, condotto da Federico Pedrocchi: in onda il sabato alle 14 e la domenica alle 18.50, affronteremo tutte le complesse dinamiche in gioco nella relazione tra uomo e macchina

notizie recenti


 


I servizi e le interviste
di Moebius


Cebi dai cornetti: dobbiamo imitarli per fare amicizia


 
   
 

a cura di Mariachiara Albicocco e Federico Pedrocchi

I cebi dai cornetti (Cebus apella) fanno di nuovo parlare di loro. Protagoniste del gossip scientifico di questa estate, dopo aver dimostrato di essere abili affaristi e efficientissimi nel problem solving, cioè nel destreggiarsi a risolvere rompicapo di carattere puramente pratico, cioè schiacciare una noce con lo strumento più adeguato. Adesso gli esperti ci dicono che fanno amicizia più facilmente con chi li imita!
Ci racconta tutto la professoressa Elisabetta Visalberghi, dell'Istituto di scienze e tecnologie della cognizione del Cnr, che conosce molto bene queste scimmiette particolarmente socievoli.

Ascolta l'intervista a Elisabetta Visalberghi

Scarica il file audio in mp3

>>> Vai all'articolo scientifico <<<

La ricerca
L’imitazione per l’uomo è una forma di adulazione: numerosi studi dimostrano che un individuo tende ad assumere attitudini positive verso chi presenta atteggiamenti simili al proprio. Secondo un recente studio, pubblicato su Science e condotto da un gruppo di scienziati dell’Istituto di scienze e tecnologie della cognizione del Consiglio nazionale delle ricerche (Istc-Cnr), dell’università di Parma e del National Institutes of Health (Maryland, Usa), lo stesso meccanismo è presente nelle scimmie, al fine di garantire una maggiore cooperazione e coordinazione fra gli individui.
Le persone spesso adottano posture, atteggiamenti e gestualità tipici di coloro con cui interagiscono. Quelli che vengono ‘imitati’ provano una maggiore empatia per gli imitatori e sono più inclini ad aiutarli. Questo feeling è presente anche in altre specie”.
Per il loro studio, i ricercatori hanno scelto i cebi dai cornetti, scimmie particolarmente socievoli, tolleranti e flessibili.

L'esprimento
A ciascun cebo è stata data una pallina di plastica bucherellata, all’interno della quale avevamo introdotto dell’uva sultanina, che a stento poteva fuoriuscire dai buchi. Quindi due persone, ciascuna con una palla in mano, si posizionavano di fronte al cebo per replicarne il comportamento.
Le scimmie hanno cercato in tutti i modi di estrarre l’uvetta: infilando le dita nei buchi, mordendoli per allargarli o sbattendo la palla a terra. Contemporaneamente, uno degli sperimentatori ripeteva questi comportamenti nella stessa sequenza, mentre l’altro compiva le medesime azioni in modo asincrono. Dopo questo semplicissimo ‘trattamento’, abbiamo riscontrato che i cebi tendevano a passare più tempo vicino allo sperimentatore che li aveva imitati. E quando è stata data loro la possibilità di scambiare un ‘token’ (un oggetto simbolico, nel nostro caso un gettone metallico) per ricevere una nocciolina, le scimmie hanno preferito farlo con lo sperimentatore imitatore, come se avessero sviluppato un senso di vicinanza, di amicizia.
Guarda il video in cui la scimmietta, senza esitare, scambia il suo token con lo sperimentatore di destra, quello che, in precedenza, aveva imitato perfettamente i suoi gesti.


Imitazione e disponibilità verso gli altri hanno avuto un ruolo importante nell’evoluzione della nostra specie. I ricercatori propongono che lo stesso principio valga anche per primati come i cebi. Molte loro attività, quali mangiare, spostarsi o minacciare un predatore, vengono infatti svolte in relativa sincronia dai membri del gruppo.
Questo studio potrebbe avere importanti implicazioni per la comprensione di alcune psicopatologie. Il fenomeno dell’imitazione è stato finora limitato dalle scienze cognitive e comportamentali all’apprendimento di nuovi comportamenti o, nello sviluppo del bambino, all’apprendimento del linguaggio. Lo studio apre una nuova prospettiva per cui, attraverso l’imitazione, nel cervello vengono attivate sia le funzioni cognitive sia probabilmente quelle emozionali. Ciò potrebbe aprire nuove prospettive di ricerca e di intervento clinico ad esempio, con i bambini che presentano deficit dello sviluppo correlati alle competenze sociali ed empatiche, come nell’autismo.

 

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS