sponsored By
FONDAZIONE SIGMA-TAU

cerca su moebiusonline

 
powered by Google


ultime notizie

  • Ventimila leghe sotto i mari
    Alessandro Isidoro Re ha intervistato Tiziana Sgroi, oceanografa e ricercatrice dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia: sul blog di Moebius il servizio che mostra il nuovo progetto Seismofaults
  • Le leggi della Robotica di Asimov
    Giulio Sandini (direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervelo dell'IIT) spiega a Moebius, su Radio24, le tre leggi della robotica di Isaac Asimov
  • Aiuto: le zanzare!
    Sono una vera e propria ossessione estiva. L'entomologo dell'Università di Udine Renato Zamburlini racconta storia ed "ethos" di questo fastidioso animale. E spiega finalmente se è vero che esistono persone geneticamente predisposte alle loro punture

notizie recenti


 


I servizi e le interviste
di Moebius


Cannabis terapeutica


 
   
 

a cura di Federico Pedrocchi, Chiara Albicocco e Alberto Agliotti

È senz'altro più nota per l'uso "ricreativo", ma la scienza in merito ha ragionevoli certezze: la marijuana ha anche proprietà terapeutiche. La sostanza attiva contenuta nelle foglie di Cannabis sativa, il tetraidrocannabinolo (THC), agisce su alcune forme di dolore e di nausee, in particolare quelle legate ai trattamenti di chemioterapia. La scoperta è nata per caso: alcuni malati di cancro si sono accorti che l'uso della sostanza dava loro sollievo. Numerosi studi hanno poi dimostrato che l'effetto esiste e in diversi paesi — Stati Uniti, Canada, Olanda — la cannabis viene ora regolarmente prescritta come farmaco.

Non bisogna pensare a una pastiglia da ingerire. Il THC estratto dalla pianta, o sintetizzato in laboratorio, non è altrettanto efficace se assunto come un farmaco tradizionale. Complice forse l'interazione con altre sostanze presenti nelle foglie o il processo di inalazione, perché la cannabis agisca bisogna fumarla. Per questo il farmaco viene venduto sotto forma di palline compatte di marijuana in sacchetti regolarmente titolati, vale a dire con l'indicazione della quantità di sostanza presente.

È forse questa particolare modalità di somministrazione, insieme agli scenari negativi evocati dalle sostanze psicotrope, che finora ha impedito la diffusione nel nostro paese della cannabis per uso terapeutico. I medici che vogliono prescriverla devono affrontare una serie di complicazioni non indifferenti, a cominciare dal fatto che l'unica azienda a produrla come farmaco è in Olanda. I tempi d'attesa sono lunghi e i costi a carico del malato. Tutto questo ne rende estremamente complesso l'uso: molti medici, consapevoli delle potenzialità offerte, cercano di ottenere una normativa meno restrittiva.

Abbiamo discusso di cannabis per uso terapeutico con Daniela Ovadia, giornalista e divulgatrice di scienza, autrice di un'inchiesta sull'argomento per la rivista Mente&Cervello.

Ascolta l'intervista a Daniela Ovadia

Scarica il file audio in mp3

 

1.7.2013

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS