sponsored By
FONDAZIONE SIGMA-TAU

cerca su moebiusonline

 
powered by Google


ultime notizie

  • Virgo entra in azione
    L'interferometro VIRGO entra in azione e comincia la sua raccolta dati sulle onde gravitazionali. Qui il servizio sul blog di Moebius, con l'intervista a Federico Ferrini (direttore dello European Gravitation Observatory)
  • Le leggi della Robotica di Asimov
    Giulio Sandini (direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervelo dell'IIT) spiega a Moebius, su Radio24, le tre leggi della robotica di Isaac Asimov
  • Intelligenza Artificiale
    È nato il nuovo programma della redazione di Moebius e Triwù, condotto da Federico Pedrocchi: in onda il sabato alle 14 e la domenica alle 18.50, affronteremo tutte le complesse dinamiche in gioco nella relazione tra uomo e macchina

notizie recenti


 


I servizi e le interviste
di Moebius


Leonardo da Vinci sbiadito


 
   
 

a cura di Chiara Albicocco, Federico Pedrocchi e Giulia Maffei

I tratti che raffigurano uno dei volti più noti e importanti nella storia italiana si stanno sbiadendo e si teme possano scomparire completamente, confondendosi con il colore della carta ingiallita. Stiamo parlando del celebre autoritratto di Leonardo da Vinci, risalente al 1515 circa.

Adriano Mosca Conte, ricercatore presso il Dipartimento di Fisica all'Università Tor Vergata di Roma, ci spiega che quanto sta accadendo è dovuto alla condizione inadatta in cui l'opera è stata per anni conservata. Ciò che ha permesso al ritratto di rimanere intatto fino a oggi, anche se un po' sbiadito, è la qualità della carta. Un tempo, infatti, si usava disegnare su fogli composti di lino, canapa e cotone, tutti materiali ricchi di cellulosa, un composto molto più resistente della lignina di cui è principalmente costituita la carta che usiamo oggi.

Purtroppo del ritratto non si è avuta notizia fino al 1839, quando è stato acquistato, insieme ad altre opere, da Carlo Alberto di Savoia, che lo ha conservato nella biblioteca Reale di Torino, non sempre in modo adeguato. Per molto tempo si è usato credere che custodire opere di valore al chiuso fosse il modo migliore per proteggerle da attacchi batterici o biologici, senza però realizzare che luce, mancanza di aerazione e umidità favoriscono il processo di ossidazione. Un processo che porta la carta ad assumere un colore giallastro e che copre i tratti eseguiti dagli artisti con la sanguigna: una sorta di gessetto rosso mattone con cui si era soliti disegnare un tempo.

Per capire meglio il processo e la rapidità di deterioramento del ritratto, è nata una collaborazione tra il gruppo sperimentale dell'Istituto dei Sistemi Complessi del CNR, coordinato da Mauro Missori, e il gruppo di fisici teorici dei materiali del Dipartimento di Fisica dell'Università Tor Vergata di Roma. Ci siamo fatti raccontare il progetto da Adriano Mosca Conte.

Ascolta l'intervista!


Scarica il file audio in mp3

 

18.06.2014

 

 

 

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS