I servizi e le interviste
di Moebius


Troppo belle per il Nobel


 
   
 

a cura di Mariachiara Albicocco

C'era una volta, proprio come nelle favole... così inizia il libro di Nicolas Witkowski "Troppo belle per il nobel". Sottotitolo: la metà femminile della scienza. Appena uscito in libreria per la Bollati e Boringhieri.

C'era una volta dicevamo... una giovane cristallografa inglese, l'autore fa riferimento Rosalind Franklin, la donna che scattò la prima foto nitida della struttura del Dna.
Storia nota.
Watson e Crick riuscirono ad entrare in possesso dell'immagine del dna scattata da Rosalind Franklin.
Una settimana dopo descrissero la famosa doppia elica.
Dopo qualche anno ricevettero il nobel, uno dei più famosi della storia. Rosalind Franklin morì 4 anni prima del Nobel. Ma nessuno citò il suo contributo fondamentale. E i Nobel non si assegnano postumi...

"Un viaggio alla scoperta della metà femminile della scienza". Questo racconta Witkowski.
Storie di Nobel negati, di contributi non riconosciuti e vicende d'amore che, se si fosse trattato di maschi, non sarebbero mai emerse.
Come nel caso di Sofia Kovalevskaya , una delle prime donne ad ottenere una cattedra universitaria a vita.
Dovette fin dall'inizio faticare per ottenere ciò che desiderava di più, cioè studiare e conoscere la matematica. In Russia nei primi del 900 le donne non potevano accedere alle università, per questo era pratica abbastanza diffusa che contraessero matrimoni di convenienza per ottenere il passaporto, che alle donne russe single non era concesso.
Si trasferì con il marito a Vienna, poi a Berlino, dove iniziò a lavorare con Karl Weierstrass, padre dell'analisi matematica. E nel 1884 raggiunse Stoccolma, dove ottenne la cattedra.
Ma la sua reputazione fu sempre offuscata dai colleghi uomini, qualcuno malignò sul suo rapporto, forse troppo intimo, con Weierstrass, qualcun'altro affermava che un matematico donna fosse "una mostruosità"... Forse fu per questo che fu inserita nel volume "Men of Mathematics" - Uomini di Matematica?

Tra le scienziate più note citate da Witkoski ci sono Marie Curie che divise il nobel con il marito Pierre. Ma non le fu concesso di condividere il discorso sul palco d'onore.
Marie ebbe il diritto di tacere!

E che dire della storia di Marie Lavoisier, moglie del celeberrimo chimico francese. Lei completò il trattato di chimica elementare non finito da marito defunto, particolare per lungo tempo ignorato. Ma nel suo salotto parigino ricevette per anni il fior fiore della società scientifica internazionale.

Una avventura tecnologica al femminile è quella di Elisabeth Thible. All'età di 19anni, si lasciò trasportare tra cieli di Francia a bordo del "Gustavo", uno dei primi palloni aerostatici.
Era il 4 giugno 1784. Il pallone però ebbe un brusco atterraggio, prese fuoco appena toccata terra, ma Elisabeth si mise in salvo, da sè. Si procurò solo una lieve slogatura alla caviglia che fu provvidenziale. I presenti, accorsi a migliaia, salutarono con sommo entusiasmo il suo eroismo. Prima dell'ascensione aveva cantato "Trionfo, sono regina" senza sapere quanto quelle parole sarebbero state profetiche. Quella sera entrò nella storia dell'aeronautica come prima donna ad aver volato in mongolfiera.

Mi piace ricordare che la copertina della versione italiana ritrae la nostra Rita Levi Montalcini che nell'86 ritira il premio più ambito, il Nobel per la medicina. Un'eccezione che conferma la regola, ci verrebbe da dire.

12.04.08

 

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
[an error occurred while processing this directive]
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""