I servizi e le interviste
di Moebius


Scoprire i test nucleari


 
 

La palla di fuoco generata da un'esplosione nucleare
 
 

a cura di Maurizio Melis

scarica il servizio

"Truman: i rossi hanno l'atomica": così titolava il quotidiano americano "Sun", dopo che un bombardiere, volando a est della penisola della Kamchatcka, ebbe rilevato nell'atmosfera i residui radioattivi dell'esplosione con cui, il 29 Agosto del 1949, l'URSS era divenuta il secondo paese dotato di bomba atomica. Si può insomma dire che la storia delle ricerche su come individuare gli esperimenti atomici cominciò nello stesso istante in cui iniziava la storia della Bomba. Da allora sono stati compiuti oltre 2000 test nucleari: nell'aria, nell'acqua e nel suolo. Una tragica eredità che, tuttavia, ha fornito agli scienziati anche un'ampia casistica utile a imparare a distinguerne la firma.

Un esperimento in atmosfera produrrebbe un lampo facilmente identificabile dai satelliti, e un rombo infrasonico che sarebbe captato a grande distanza dalla rete di micro-barometri sparsi un po' ovunque sulla terra. Infine, vi sarebbero tracce radioattive rilevabili nell'atmosfera. Una esplosione in acqua, invece, produce onde acustiche che trovano in un particolare strato del mare detto SOFAR, posto tra i 600 e i 1200 metri, un conduttore ideale, che rende individuabili esplosioni di pochi milionesimi di chilotone.

Nel 1963 gli esperimenti all'esterno: in aria, in acqua e nello spazio, furono vietati da un trattato internazionale firmato dai primi tre soci del club nucleare: stati Uniti, URSS e Gran Bretagna. Erano però ancora consentiti gli esperimenti nel sottosuolo, più difficili da individuare.

Poi, nel 1996, 66 diversi paesi firmarono il CTBT, trattato che vieta qualunque tipo di esplosione nucleare sperimentale, comprese quelle sotterranee. Il trattato non è ancora entrato in vigore, tuttavia è stato rispettato da tutti i paesi esclusi india, Pakistan e Corea del Nord, che non lo hanno firmato. L'entrata in vigore del trattato, insomma, è in bilico. L'amministrazione Bush, pur non avendo effettuato altri test da allora, si è dichiarata a suo tempo contraria. Tra le ragioni che vengono addotte da coloro che si oppongono al trattato c'è la possibilità che altri paesi sperimentino in segreto esplosione atomiche. Gli scienziati affermano oggi che ciò non è possibile.

Anni di studi hanno infatti dimostrato che i tracciati sismici registrati dalla fitta rete di sismografi sparsa su tutto il pianeta permettono di individuare qualunque test nucleare di potenza significativa. Il 9 ottobre 2006 la Corea del Nord effettuò il suo primo esperimento, probabilmente riuscito male: l'esplosione generò una potenza inferiore al Chilotone. Ciò nonostante, i sismografi posti in Corea del Nord permisero di identificare con precisione non solo l'esplosione ma anche la sua posizione geografica. E nonostante l'elevata profondità a cui avvenne, fu possibile riscontrare tracce radioattive in atmosfera. Gli scienziati hanno messo a punto metodi di analisi dei tracciati delle esplosioni atomiche sotterranee che permettono di distinguerle da altri fenomeni: come terremoti, frane, crolli in miniera o altre esplosioni.

Ovviamente, è impossibile identificare esplosioni di potenza arbitrariamente bassa. Ma gli esperti concordano sul fatto che già esplosioni atomiche di potenza inferiore a un chilotone sono sostanzialmente inutili da un punto di vista militare, soprattutto per nazioni non nucleari che ambiscano al potere deterrente dell'atomica; e inoltre, non forniscono informazioni per la costruzione di ordigni più potenti.

Nessun paese, insomma, può sperimentare armi atomiche in segreto, se non di bassissima potenza e comunque con un elevato rischio di essere scoperto. E' il momento che il trattato entri in vigore, e che si metta fine alla tragica stagione degli esperimenti atomici.

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS