sponsored By
FONDAZIONE SIGMA-TAU

cerca su moebiusonline

 
powered by Google


ultime notizie

  • Virgo entra in azione
    L'interferometro VIRGO entra in azione e comincia la sua raccolta dati sulle onde gravitazionali. Qui il servizio sul blog di Moebius, con l'intervista a Federico Ferrini (direttore dello European Gravitation Observatory)
  • Le leggi della Robotica di Asimov
    Giulio Sandini (direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervelo dell'IIT) spiega a Moebius, su Radio24, le tre leggi della robotica di Isaac Asimov
  • Intelligenza Artificiale
    È nato il nuovo programma della redazione di Moebius e Triwù, condotto da Federico Pedrocchi: in onda il sabato alle 14 e la domenica alle 18.50, affronteremo tutte le complesse dinamiche in gioco nella relazione tra uomo e macchina

notizie recenti


 


I servizi e le interviste
di Moebius


Risotto alle blatte e altre delizie


 
 

Cavallette fritte, saltate con verdura. Buone e nutrienti.
 
 

Risotto alle Blatte

Ingredienti

350g di riso
Una noce di burro
Una testa d'aglio
Una cipolla
Un etto di blatte del tipo rosso
Mezzo bicchiere di latte di cocco

Fare rosolare nel burro aglio e cipolla. Aggiungere il riso e il vino bianco fin che non evapora. Unire quindi al riso il latte di cocco e le blatte mescolando. Venti minuti di cottura a fiamma bassa e, prima di servire, mantecare con burro e formaggio a piacimento. Buon appetito.

Ascolta il servizio

a cura di Maurizio Melis

Sarà buono? Forse sì forse no; certamente fa impressione. Eppure, l'emergenza alimentare mondiale, che è sempre più pressante e sempre più lo sarà, porta inevitabilmente a guardare con occhi nuovi a un mondo, quello degli insetti, per il quale l'occidente prova un forte senso di repulsione. Perché non di contemplarli, si parla, bensì, dopo opportuno trattmento culinario, di mangiarseli.

Con oltre un milione di specie, infatti, gli insetti contano + specie di tutto il resto del regno animale. Sono loro che oltre 400 milioni di anni fa, hanno popolato per primi le terre emerse. E ancora oggi rappresentano la più grande biomassa animale vivente. In altri termini: proteine... proteine a buon mercato.

Gli insetti sono animali molto efficienti. Richiedono assai meno acqua e pochissimo nutrimento per crescere e riprodursi. Risorse consumate in gran quantità dagli animali da allevamento. Basta ricordare che per produrre 150g di carne bovina, in pratica un hamburger, ci vogliono più di tremila litri d'acqua. Gli insetti invece hanno rendimenti più elevati. Un hamburger a base di insetti lo si potrebbe ottenere consumando 3 o 4 volte meno risorse. E probabilmente sarebbe anche più nutriente. Per esempio la Usata terpsichore, un bruco consumato abitualmente in Africa Centrale, contiene a parità di peso un po' più proteine del vitello, quasi il doppio delle calorie e quattro volte più ferro. Insomma: un contorno di insalata e una fetta di pane, e la dieta è completa.

Ma aimé, le ragioni del pianeta si scontrano qui con quelle dello stomaco, specialmente occidentale, che di accogliere insetti non ne vuol sapere: è il fattore "ewww!!!".
Eppure, è evidente, si tratta di un pregiudizio. Se gli insetti ci fanno schifo, perché ci appaiono mostruosi o alieni. Che dire di cozze, granchi, rane e lumache? Che pure trangugiamo senza troppe remore.

Sembra anzi che gli insetti siano piuttosto gustosi. E anche qui non c'è da stupirsi. In fondo, sappiamo che sono parenti stretti dei crostacei, come i gamberi o le molto apprezzate aragoste. C'è anzi chi giura che certi insetti abbiano proprio il gusto simile a quello della regina della pescheria. Solo un taboo, parrebbe quindi, ci impedisce di apprezzarli. E i taboo alimentari non durano in eterno. Chi avrebbe detto dieci anni fa che saremmo stati invasi dal sushi?

Insomma, è una questione da prendere sul serio. D'altronde nel mondo (Ma non nel voracissimo occidente, gran consumatore di proteine) già si consumano abitualmente 1400 specie di insetti. E poi, diciamolo, far fuori un insetto non è come far fuori un vitello, mentre ti fissa con quel suo sguardo gentile.
Certo, il "cri cri" dei grilli nelle notti d'estate, non avrà più lo stesso sapore…

 

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
[an error occurred while processing this directive]
INSETTI IN CUCINA

 

Un buon ricettario, mettendo assieme tradizioni culinarie di paesi di tutto il mondo, potrebbe un domani presentare una lista simile a questa...

Riso alle vespe (ricetta giapponese)

Fagottino di termiti (ricetta Africana)

Bruchi fritti (ricetta Africana)

Tartina di cimici (ricetta mediorientale)

Crisalidi di cicala arrosto (ricetta consigliata da Aristotele)

Locuste crude e miele (ricetta di Giovanni Battista)

Baco da seta fritto (ricetta dei mercenari tedeschi del XVI secolo)

Zuppa di maggiolini (antica ricetta francese riproposta da M.W. de Fonvielle nel 1878)

Larve di coccinella impastate con farina e pampesto (ricetta francese dell’800)

Grilli coperti di cioccolato (ricetta di una giovane inglese)

Ragni spalmati sul pane (ricetta tedesca)

Farfalle del Madagascar in pastella (ricetta del Madagascar)

Formiche crude, cotte, al forno o fritte (varie proveneinze)

-----------------------------------------------------

Links

Valori nutrizionali degli insetti

Ricette francesi

 

 

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""