sponsored By
FONDAZIONE SIGMA-TAU

cerca su moebiusonline

 
powered by Google


ultime notizie

  • Virgo entra in azione
    L'interferometro VIRGO entra in azione e comincia la sua raccolta dati sulle onde gravitazionali. Qui il servizio sul blog di Moebius, con l'intervista a Federico Ferrini (direttore dello European Gravitation Observatory)
  • Le leggi della Robotica di Asimov
    Giulio Sandini (direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervelo dell'IIT) spiega a Moebius, su Radio24, le tre leggi della robotica di Isaac Asimov
  • Intelligenza Artificiale
    È nato il nuovo programma della redazione di Moebius e Triwù, condotto da Federico Pedrocchi: in onda il sabato alle 14 e la domenica alle 18.50, affronteremo tutte le complesse dinamiche in gioco nella relazione tra uomo e macchina

notizie recenti


 


I servizi e le interviste
di Moebius


Il sesso a pagamento nei lemuri


 
   
 

a cura di Mariachiara Albicocco

Il sesso a pagamento non è solo una prerogativa della nostra specie. I lemuri del Madagascar (Propithecus verreauxi o sifaka), in particolare le femmine, si fanno conquistare solo dopo aver ricevuto dal maschio dei favori in cambio.

Che tipo di favori pretendono ce lo spiega Elisabetta Palagi, coordinatrice del gruppo di ricercatori pisani che ha osservato questo comportamento nei lemuri.

Ascolta l'intervista a Elisabetta Palagi

Scarica il file audio in mp3

La scoperta:
Nelle società animali in cui le femmine non possono essere forzate ad accoppiarsi, i maschi devono non solo competere tra loro, ma anche "mercanteggiare" per aggiudicarsi l'accesso alle femmine. Questo tipo di "mercato biologico" era ritenuto esclusivo dei primati "superiori" (alcune scimmie e l'uomo). Un gruppo di biologi italiani dell'Università di Pisa ha pubblicato, su Plos One, uno studio che dimostra che già nei primati ancestrali (proscimmie) esiste una "politica" dello scambio di favori, dove le femmine sono il sesso forte.

In biologia, così come in economia e in politica, il potere è la chiave per comprendere le relazioni non paritarie tra gli individui e, in particolare, tra maschi e femmine. I maschi possono accedere alle femmine tramite la coercizione perché più grandi e possenti (potere fisico), oppure "venire a patti" con le femmine per guadagnarne i favori (potere politico/economico). Se i maschi non possono dominare con la forza, la bilancia del potere pende in favore delle femmine, perché i maschi dipendono dalle femmine per riprodursi. Ciò si verifica quando le femmine formano coalizioni tra loro o quando i maschi e le femmine sono fisicamente uguali, come nel caso delle proscimmie del Madagascar (lemuri).

Alla luce di ciò, i ricercatori hanno scelto un lemure, il Propithecus verreauxi (o sifaka), per verificare quali fossero i meccanismi attuati dai maschi per "guadagnarsi" l'accesso alle femmine. I sifaka sono un modello ideale per questo tipo di studio, perché, al contrario di molte proscimmie, vivono in gruppi sociali di 6-10 individui: la socialità è fondamentale per poter effettuare uno studio di questo tipo.

I biologi hanno osservato, nel sud del Madagascar, un gruppo di sifaka per quattro mesi, registrando comportamenti tra cui aggressioni, accoppiamenti, marcature (effettuate dai maschi tramite ghiandole del collo e ano-genitali), e grooming (o spulciamento), che nei primati è importantissimo per le sue funzioni igieniche (pulizia) e di collante sociale. Le analisi hanno rivelato, in generale, che lontano dalla stagione riproduttiva maschi e femmine scambiano grooming per grooming (interchange), mentre durante l'estro femminile la situazione cambia: le femmine non offrono più grooming ma la loro disponibilità ad accoppiarsi. I risultati evidenziano che, subito prima della stagione degli amori, i maschi competono attraverso "slogan odorosi": i maschi che marcano di più in prossimità delle femmine sono quelli che hanno l'accesso prioritario alle medesime, probabilmente perché le secrezioni ghiandolari contengono informazioni utili (tra cui se il maschio è dominante o no).

Ma fare "promesse elettorali" tramite slogan non basta: per poter incrementare il numero di copule i maschi devono passare dalla teoria alla pratica, offrendo un servizio concreto, cioè il grooming. Dalle analisi risulta, infatti, che sono i maschi che spulciano di più le femmine quelli che si accoppiano per un numero maggiore di volte con la stessa femmina. Accoppiarsi prima non vuol dire accoppiarsi di più, ma sia la priorità che la frequenza di copule contribuiscono al successo riproduttivo. In ultima analisi, lo studio evidenzia che alcuni meccanismi dell'economia e della politica hanno basi biologiche finora trascurate.

Riferimento bibliografico: Norscia I, Antonacci D, Palagi E (2009) Mating First, Mating More: Biological Market Fluctuation in a Wild Prosimian. PLoS ONE 4(3): e4679. doi:10.1371/journal.pone.0004679

21.03.09

 

 

 

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS