sponsored By
FONDAZIONE SIGMA-TAU

cerca su moebiusonline

 
powered by Google


ultime notizie

  • Virgo entra in azione
    L'interferometro VIRGO entra in azione e comincia la sua raccolta dati sulle onde gravitazionali. Qui il servizio sul blog di Moebius, con l'intervista a Federico Ferrini (direttore dello European Gravitation Observatory)
  • Le leggi della Robotica di Asimov
    Giulio Sandini (direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervelo dell'IIT) spiega a Moebius, su Radio24, le tre leggi della robotica di Isaac Asimov
  • Intelligenza Artificiale
    È nato il nuovo programma della redazione di Moebius e Triwù, condotto da Federico Pedrocchi: in onda il sabato alle 14 e la domenica alle 18.50, affronteremo tutte le complesse dinamiche in gioco nella relazione tra uomo e macchina

notizie recenti


 


I servizi e le interviste
di Moebius


I fischi della morte


 
   
 

a cura di Mariachiara Albicocco

Ascolta il servizio

Davvero angoscianti... sono i sibili della morte. Certo che se la morte avesse un suono non sarebbe molto diverso da questo...

Questi suoni sono emessi da alcuni strumenti musicali precolombiani, per la precisione aztechi, ricostruiti da un ingegnere messicano.
Roberto Velazquez (vedi foto qui sotto), questo è il suo nome, ha dedicato gli ultimi anni della sua vita a rimettere insieme i pezzi, e non solo metaforicamente, di una civiltà messicana vissuta 1800 anni prima di Cristo.
L'archeologo appassionato di musica ha analizzato creta, piume di tacchino, canne da zucchero e persino pelli di rana, per ricostruire i "Whistles of death" i sibili della morte, o fischi della morte.
Questi sono fischietti fatti di materiali naturali, appunto, con forme piuttosto grottesche a dirla tutta. Con sembianze di teschi umani, sagome di animali e maschere tutt'altro che rassicuranti. Finora questi oggetti venivano scambiati per gingilli ornamentali o oggetti da caccia, invece sono dei veri e propri flauti utilizzati durante i riti propiziatori, per avvisare gli dei di un imminente sacrificio, oppure durante i riti funebri per accompagnare il defunto nel cammino verso l'aldilà.

Gli esperti non escludono che le tribù precolombiane abbiano usato questi fischi per indurre il cervello umano in una sorta di trance e curare il corpo da determinate malattie. Questi suoni potrebbero darci informazioni su come i ritmi musicali alterano le frequenze cardiache e quindi la condizione di coscienza o semi-coscienza.

Quando ha avuto origine la civiltà azteca non è ancora chiaro, ma già nel 400 a.c. questo tipo di strumenti musicali erano già utilizzati, infatti i reperti studiati da Velazquez risalgono proprio a questo periodo.

Ancora oggi per i messicani i suoni sono molto importanti... Il capanaccio di una mucca annuncia l'arrivo del camion di immondizia a Città del Messico. L'arrivo dell'arrotino invece è preceduto da un trillo di un flauto stonato.
E che dire del verso di gatto che miagola usato come segnale per dire "qui vendita di biglietti della lotteria"!?

QUI trovate una foto-gallery degli strumenti ricostruiti da Velazquez.

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
[an error occurred while processing this directive]
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona tag DIV
2) metti display a ""