I servizi e le interviste
di Moebius


Basilica di Betlemme:
restauro made in Italy


 
   
 

a cura di Chiara Albicocco e Federico Pedrocchi

Anche in questo nuovo anno, come negli scorsi, ci capita di parlare di scienza in relazione alla religione e alla fede. Ancora una volta il rapporto non è conflittuale, ma di reciproca collaborazione. Infatti ci occupiamo della Basilica della Natività, la chiesa eretta a Betlemme nel luogo in cui, secondo la tradizione, avvenne la nascita di Gesù. È costituita dalla combinazione di due chiese e da una cripta, la cosiddetta Grotta della Natività, che si ritiene essere il luogo preciso in cui Gesù nacque.
La basilica della Natività è una delle mete principali e irrinunciabili dei pellegrini che visitano la Terra Santa, e recentemente è stata oggetto di un rapporto dell'UNESCO che, visto il grave deterioramento della copertura, ha predisposto un sostanzioso lavoro di restauro.
Questo incarico è stato affidato ad un'equipe italiana composta da bravi ricercatori specializzati in questo tipo di restauri di preziosi e ci racconta che tipo di lavoro si sta facendo su questo importante monumento, Nicola Macchioni, ricercatore dell'Ivalsa del Cnr cioè il centro di ricerca per la valorizzazione del legno e delle specie arboree.

Ascolta l'intervista a Nicola Macchioni

Scarica il file audio in mp3

Il restauro
L’aspetto attuale del tempio, valutabile da qualsiasi pellegrino in visita, è piuttosto trasandato, soprattutto per le visibilissime colature di acqua che corrono lungo i muri, chiaro segno delle carenze di tenuta del tetto nei confronti delle acque meteoriche. Il compito dei ricercatori italiani è quello di eseguire la diagnosi strutturale sugli elementi lignei che compongono la copertura della chiesa, realizzare la datazione della struttura stessa con metodologia dendrocronologica e valutare lo stato di conservazione degli infissi.
L’analisi degli elementi lignei, mai compiuta finora, potrebbe svelare molti segreti intorno alla storia della Basilica, meta irrinunciabile dei molti pellegrini in Terra Santa e insieme rappresentazione delle difficoltà di dialogo tra chiese cattolica, ortodossa e armena, che in quest’occasione hanno raggiunto un accordo storico, grazie alla mediazione dell’Autorità nazionale palestinese cui compete la giurisdizione territoriale.
Dai primi sopralluoghi, svolti in loco tra ottobre e novembre, possiamo dire che quasi sicuramente l’aspetto attuale della struttura di copertura non corrisponde più a quello originario. I numerosi campioni prelevati per lo svolgimento dell’indagine dendrocronologica consentiranno di collocare temporalmente gli eventuali interventi di restauro e manutenzione che si sono susseguiti nei secoli, come quello, riportato da documenti storici, relativo a un invio di legname nel 1479 da parte della Repubblica di Venezia, dietro richiesta dei frati francescani, per il rifacimento della copertura. Durante i sondaggi hanno avuto modo di rilevare anche lo stato di conservazione delle finestre della navata principale e dei transetti, oltre che delle porte presenti all’interno del tempio, tra le quali ha grande importanza storica quella che immette all’interno dell’edificio dal nartece e le due che consentono l’accesso alla grotta della natività. Nel corso dei prossimi mesi il materiale e i dati raccolti verranno analizzati nei laboratori Ivalsa-Cnr di Sesto Fiorentino (Fi) e di San Michele all’Adige (Tn). I risultati ottenuti saranno la base per la redazione del rapporto che, unitamente a quelli forniti dalle altre unità operative, consentirà di mettere a punto il progetto di restauro della copertura della Basilica.

14.01.2011

 

 

 

    home   
 
 
MOEBIUS VA IN ONDA SU
vai alle Trasmissioni
Inserisci titolo 1

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Moebius è andato sulla Luna!


Inserisci titolo 2

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Campagna 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS

Inserisci titolo 3

Inserisci contenuto e ricorda:
1) seleziona il pannello da angolo in alto a sinistra
2) seleziona "MostraPannello" nella finestra degli stili CSS